ROBERT SMITH, L’UOMO CHE NON SMETTE MAI DI CRESCERE: SOFFRE DELLA SINDROME DI PROTEO

20131102_smith.jpg

 

 Robert Smith non smette mai di crescere. A 24 anni le sue ossa e la sua pelle proseguono il normale processo di crescita di un’adolescente. A causare questo insolito fenomeno è la sindrome di Proteo, una rara malattia che lo ha portato a raggiungere l’atlezza di 2,10m, i 120kg di peso e il n.50 di scarpe. Robert è già stato operato 72 volte e sta avendo ripercussioni alla vista e all’udito. Imprigionato in casa, non può camminare bene ma non riesce più ad entrare nella sedia a rotelle. Soffre di idrocefalo ed epilessia. “Non cambierei Robert per nulla al mondo, è un gigante buono e affettuoso. Sarà meraviglioso quando riusciremo finalmente a comprare la sedia a rotelle”. Il pensiero della mamma. LA SINDROME DI PROTEO La sindrome di Proteo è una rarissima malattia congenita, identificata per la prima volta dal dottor Michael Cohen nel 1979, e il cui nome è stato attribuito nel 1983 dal dottor Hans-Rudolf Wiedemann, in omaggio al dio Proteo dellamitologia greca, in grado di trasformare il proprio aspetto fisico

 

ROBERT SMITH, L’UOMO CHE NON SMETTE MAI DI CRESCERE: SOFFRE DELLA SINDROME DI PROTEOultima modifica: 2013-11-03T00:15:28+00:00da marya3131
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento