RAFFAELLA FICO, APPELLO A BALOTELLI: ”PIA HA DIRITTO ALL’AFFETTO DE PADRE”

20130529_raffaella-fico-pia.jpg


 “Nessun segnale di apertura. Ho proposto a Mario di sottoporci tutti (io, lui e la piccola) al test del Dna presso una sede imparziale e indiscutibile. 
L’ho fatto convocare, ma senza successo, non si è presentato”.Raffaella Fico torna a parlare di Pia e del mancato incontro con Mario Balotelli: “Sono molte le cose che non riesco a spiegarmi – ha dichiarato a “Chi” – A molte ho rinunciato. Ad altre no”.Del loro amore non è rimasto nulla (“Niente. Se mi chiede che sentimento. provò per lui, beh, gli voglio bene. Ma non mi manca e non mi interesso alle sue nuove storie. Certo, mi capita di vederlo in tv o sui giornali, ma la cosa non risveglia niente di assopito. Neanche rancori. In fondo, mi ha fatto il regalo più bello del mondo”), e il test avrebbe riflessi solo sulla piccola: “Cambierebbe una cosa sola: che mia figlia potrebbe sapere che ha un papà su cui, un domani, potrà contare. Poi, chiaramente, spero che Mario, a quel punto, si assuma le sue responsabilità (…) Non solo economiche. Il motivo per cui voglio che Mario faccia il test del Dna è essenzialmente morale. Mia figlia Pia ha diritto anche all’ affetto del papà”.

RAFFAELLA FICO, APPELLO A BALOTELLI: ”PIA HA DIRITTO ALL’AFFETTO DE PADRE”ultima modifica: 2013-08-31T12:09:37+00:00da marya3131
Reposta per primo quest’articolo